Ultima modifica: 5 dicembre 2016

SCHOOL BONUS

La scuola ti ha dato tanto, per anni è stata come una seconda casa. A scuola hai provato le prime gioie e le prime delusioni della vita. Momenti unici e irripetibili. A scuola hai scoperto come unire le forze con gli altri, l’amicizia e l’amore.

Oggi con lo School Bonus hai finalmente l’opportunità di ringraziare la scuola; con un’erogazione in denaro puoi concorrere a conservare, migliorare e rinnovare gli Istituti scolastici del nostro Paese e godere di importanti benefici fiscali sotto forma di credito di imposta. Anche se sei un’impresa puoi dare il tuo contributo e sostenere la nostra scuola.

L’art. 1 c.145-150 della L.107/2015 e il D.I. 8 aprile 2016 introducono e regolamentano lo “School Bonus”, mediante il quale è possibile effettuare erogazioni liberali in favore delle scuole e recuperare un credito d’imposta.

I finanziamenti versati in favore delle scuole verranno detratti nella misura del 65% dalle imposte dovute all’erario.

Tali versamenti sono da effettuare sul conto corrente con il seguente codice IBAN:

IT40H0100003245348013362600

Nella causale del versamento occorre indicare, nell’ordine, le tre seguenti informazioni:

1. il codice fiscale dell’IIS “Galilei”, ossia 95140370651;

2. il codice della finalità dell’erogazione, che può essere C1, C2 o C3 (in seguito sono chiarite le finalità);

3. il codice fiscale del donatore o quello dell’impresa che effettua l’erogazione liberale.

I codici della finalità dell’erogazione hanno i seguenti significati:

C1: realizzazione di una nuova struttura scolastica per l’IIS “Galilei”;

C2: manutenzione e potenziamento della struttura scolastica che ospita l’IIS “Galilei”;

C3: sostegno a interventi che migliorino l’occupabilità degli studenti, come l’alternanza scuola-lavoro o progetti di orientamento verso il mondo del lavoro.

Si tratta di una nuova opportunità, per compiere un gesto tangibile che dia impulso e sviluppo all’IIS “Galilei”.

Tale opportunità può interessare:

  •  i genitori, che vogliono finanziare in modo conveniente la scuola dei loro figli;
  •  gli ex-alunni, che vogliono sostenere la scuola che li ha formati;
  • gli imprenditori, che vogliono finanziare l’istruzione tecnica, per assumere, un domani, dipendenti validi;
  •  i comuni cittadini, che ritengon o fondamentale sostenere l’istruzione pubblica, quale settore strategico per la crescita del Paese.img-20161113-wa0001