Ultima modifica: 9 luglio 2017

La nostra storia

Nell’a.s. 1960/1961, nasce il primo Istituto Tecnico Industriale Statale del comprensorio cittadino, ossia ITIS “G. Galilei”. La sede è originariamente ubicata al rione Gelso.

A partire dall’a.s. 1969/1970, la sede viene trasferita in via Raffaele Mauri (quartiere Pastena) in un complesso progettato e costruito in funzione della specificità degli insegnamenti previsti.

A dirigere l’Istituto, nel corso degli anni, si sono avvicendati Presidi di elevato spessore che, grazie al loro impegno e professionalità, unitamente ad un elevato senso del dovere, hanno contribuito in maniera determinante a fornire lustro ed importanza ad una scuola dalla quale, nel corso degli anni, sono nate altre realtà simili alcune delle quali tuttora operanti sul territorio.

Alla specializzazione originaria di meccanica industriale, che è sempre stata un punto di riferimento per il panorama scolastico provinciale, si sono aggiunte, nel tempo, le altre specializzazioni (chimica, elettrotecnica, elettronica, tecnologie alimentari). Ciascuna di queste vanta il primato di essere stata la prima ad essere istituita nell’ambito cittadino. In seguito, anche per effetto della riforma degli istituti tecnici, con la ristrutturazione dei relativi percorsi di studio, si consolidano 3 indirizzi (C1: meccanica, meccatronica ed energia; C3: elettronica ed elettrotecnica; C4: informatica e telecomunicazioni).

La storia dell’I.T.G. “R. Di Palo” inizia in via Tasso con il nome di Istituto Tecnico Commerciale e per Geometri “A. Genovesi”. Nell’anno scolastico 1959/1960, l’istituto si trasferisce in un nuovo edificio appositamente costruito in via Principessa Sichelgaita. Nel 1977, a seguito del forte incremento del numero delle iscrizioni, viene concessa l’autonomia e nasce l’Istituto Tecnico per Geometri che si trasferisce nella sede di via R. Mauri, di fianco all’ITI “G. Galilei”. Nel 1983-1984 l’Istituto viene intitolato a Raffaele Di Palo, insigne figura di uomo ed educatore, docente di Scienze Matematiche e Fisiche, ricordato per la sua esemplarità di maestro di cultura e di vita.

Dalla fusione di questi due istituti storici, nasce, il giorno 1 settembre 2012istituto-targal’Istituto di Istruzione Superiore “Galileo Galilei” di Salerno. L’IIS “G. Galilei” è dunque inizialmente caratterizzato da due sezioni associate:

  • l’I.T.I. “Galileo Galilei”, con gli indirizzi C1: meccanica, meccatronica ed energia; C3: elettronica ed elettrotecnica; C4: informatica e telecomunicazioni, ;
  • l’I.T.G. “Raffaele Di Palo”, con l’indirizzo C9: Costruzioni, Ambiente e Territorio.

Nell’A.S. 2013/2014, all’IIS “G. Galilei” si associa una terza sezione, ossia l’ITG “Di Palo – Serale”, con il corso serale per adulti dell’indirizzo Costruzioni, Ambiente e Territorio.

L’A.S. 2013/2014 è anche quello in cui l’IIS “G. Galilei” si trasferisce nella nuova sede di via F. Smaldone, snc (ex sede dell’Istituto S. Caterina), a seguito di una ordinanza emessa dall’Ente Provincia il 5 agosto 2013. Tuttavia, le classi del Triennio del Corso di Meccanica restano nella vecchia sede dell’Istituto per beneficiare al meglio dei Laboratori specifici dell’indirizzo.

Il 13 febbraio 2017, l’IIS “Galilei” cambia denominazione e diventa l’IIS “Galilei – Di Palo”, per ripristinare un nome (quello dell’ITG Di Palo) che si era smarrito nella fusione dei due istituti. In tal modo, viene restituita, all’utenza studentesca della città di Salerno, una denominazione che ancora rappresentava un punto di riferimento, improvvisamente smarrito.

L’Istituto di Istruzione Superiore “Galilei – Di Palo” di Salerno, come Istituzione Scolastica, rappresenta, oggi più che mai, un’occasione unica per la crescita degli studenti a cui è necessario assicurare competenze professionali solide spendibili nell’ambito del territorio, nel quadro di un’offerta formativa completa di 4 indirizzi con le relative articolazioni.

Grande motivo di vanto e soddisfazione è che, tra le aule dell’ IIS “Galilei – Di Palo”, sono transitati allievi che, anche grazie agli insegnamenti qui ricevuti, sono stati in grado di raggiungere posizioni di assoluto rispetto e prestigio sia in ambito puramente professionale che in ambito sociale e civile (politica, sport, cultura).