Ultima modifica: 10 luglio 2017

Indirizzo Informatica e Telecomunicazioni

Questo indirizzo di studi si rivolge a chi:

  • Ha passione per l’informatica;
  • Pensa che le infrastrutture delle telecomunicazioni sono uno strumento di competizione per il sistema Paese;
  • Vuole stare al centro dell’innovazione tecnologica.
  • Ha interesse per le telecomunicazioni (analogiche e digitali) e per i vari mezzi trasmissivi;
  • È consapevole che le tecnologie dell’informazione influiscono su ogni aspetto della vita quotidiana.

Imparerai a:

  • Valutare mezzi elettronici e di telecomunicazione in base alle caratteristiche funzionali;
  • Configurare, installare e gestire sistemi di elaborazione dati e reti;
  • Collaborare, con un approccio integrato, all’ideazione, allo sviluppo e alla gestione di dispositivi e strumenti informatici e sistemi di telecomunicazioni;
  • Sviluppare applicazioni informatiche per reti locali o servizi a distanza.

Prospettive

Le figure professionali più richieste:

  • Tecnico di centro supervisione e controllo reti,
  • Tecnico informatico,
  • Database administrator,
  • TLC Consultant,
  • Project manager,
  • Security auditor.

Inoltre:

  • Potrai continuare gli studi presso qualsiasi Università;
  • Potrai continuare gli studi presso qualsiasi Istituto Tecnico Superiore (un percorso specialistico alternativo all’Università);
  • Dopo un periodo di tirocinio, potrai sostenere l’esame di abilitazione per la professione di Perito Informatico.

Il Quadro orario delle discipline

Il percorso di studi è costituito da due gruppi di discipline:

  • Gli insegnamenti di area generale (italiano, matematica, …), che sono mirati a darti una solida base culturale per affrontare un eventuale proseguimento degli studi;
  • Gli insegnamenti specifici (informatica, telecomunicazioni…), che sono mirati a darti quelle competenze per accedere in modo diretto al mondo del Lavoro

Facendo clic sui seguenti link puoi scaricare:

Il monte ore indicato nei quadri orario è annuale. Per ottenere le ore settimanali occorre dividere tale numero per 33. Ad esempio 66 ore annuali corrispondono a 66:33=2 ore settimanali.

La seguente immagine riassume in modo sintetico il quadro orario settimanale.