Ultima modifica: 6 dicembre 2017

10.8.1.A3-FESRPON-CA-2015-327 – “SMART SCHOOL E INGRESSO NEL FUTURO”

Il progetto 10.8.1. A3-FESR PON-CA-2015-327
“SMART SCHOOL E INGRESSO NEL FUTURO”

Il progetto nasce per sviluppare e potenziare l’innovazione didattica attraverso l’uso delle tecnologie informatiche.
Queste svolgono infatti un ruolo chiave per l’innovazione della didattica consentendo una piena efficacia della
comunicazione nella didattica in classe e in modo trasversale alle diverse discipline.
La trasformazione degli ambienti di apprendimento crea la consapevolezza diffusa e la necessità di provare ad
utilizzare tutte le opportunità offerte dalle tecnologie e dai linguaggi digitali, con una nuova generazione di
contenuti, con ambienti interattivi e di simulazione, attuando una piena trasformazione dell’organizzazione della
didattica, degli spazi e del “tempo scuola”. La tecnologia prevista nel progetto, infatti, si presenta come
un’applicazione di facile uso che non richiede specifiche competenze, rendendo quindi indipendente l’utente.
Nell’ambito del progetto proposto, la dotazione nelle aule di lavagne Interattive Multimediali (LIM) rappresenta
una punta avanzata delle tecnologie didattiche, integrandosi, per altro, con gli ambienti digitali sostenuti dalla rete Internet e offrendosi essa stessa come ambiente per nuovi prodotti. Puó sostenere quindi in varie forme sia l´innovazione dei contenuti che la formazione intelligente di atteggiamenti e disposizioni della mente. Il contesto
pensato per l’apprendimento diviene allora un ambiente organizzato attraverso una conoscenza applicata,
progettata attorno alla ricerca e alla soluzione di situazioni complesse, di problemi del mondo reale. L’esperienza
autentica favorisce l’apprendimento attivo, supporta la costruzione della conoscenza, e integra naturalmente
l’apprendimento realizzato nella scuola con la vita: la classe diventa un laboratorio e i differenti luoghi nei quali
avvengono esperienze quotidiane assumono unitarietà educativa e formativa poiché pensati e organizzati come
“ambienti per l’apprendimento”.

Lo stile di apprendimento degli alunni

Da un punto di vista percettivo-sensoriale, lo stile di apprendimento di un alunno può essere suddiviso in 4 categorie.Un Visual learner (un apprendente visivo) preferisce osservare immagini e diagrammi per apprendere al meglio. Un Aural learner (un apprendente uditivo) è avvantaggiato in prevalenza dall’ascolto, mentre un Reader/writer (un lettore/scrittore) riconosce nel testo (letto o scritto) il migliore veicolo di approccio alla conoscenza. Infine, un Kinesthetic learner (un apprendente cinestesico) trova naturale apprendere mediante l’esperienza diretta e la pratica.

Tali stili possono essere individuati da osservazioni svolte in classe o da test. Quando dal test o dalle osservazioni non emerge una netta preferenza per nessuno stile di apprendimento, si è di fronte ad uno studente
multimodale.

Nell’ambito delle iniziative di ricerca-azione, organicamente inserite nel Piano dell’Offerta Formativa, i docenti dell’Istituto hanno svolto una indagine sullo stile di apprendimento degli alunni, utilizzando un modello percettivo-sensoriale. Dall’analisi svolta sugli studenti dell’istituto, emerge che la maggioranza (57%) di essi corrisponde al profilo multimodale. Da successivi colloqui ed osservazioni fatte in classe, i docenti hanno stabilito che la stragrande maggioranza di tali studenti ha bisogno di tutti i canali per poter raggiungere un apprendimento completo.

La LIM è lo strumento multimodale per eccellenza, in quanto attiva tutti i canali comunicativi necessari allo studente per l’apprendimento. Sulla LIM è possibile visualizzare del testo e delle immagini (preferenza visiva e di lettura e scrittura), è possibile ascoltare un audiovisivo o una registrazione (preferenza auditiva) ed è possibile interagire attivamente con oggetti ed altri strumenti digitali (preferenza cinestetica). Pertanto, si ritiene installazione di LIM nelle aule dell’istituto una priorità assoluta per il successo scolastico e formativo degli studenti.
Inoltre si ritiene opportuno dare la precedenza all’installazione delle LIM nelle aule che ospiteranno classi dei primi tre anni, nelle quali sono presenti alunni che hanno utilizzato già questo strumento nella scuola secondaria di primo grado e che sono penalizzati dalla sua mancanza. Con futuri interventi a livello infrastrutturale, si potranno dotare anche le rimanenti aule di LIM, in modo da far concludere a questi studenti il loro percorso di formazione avendo avuto a disposizione tali strumenti durante l’intero quinquennio.

Il finanziamento ricevuto

Ampliamento tecnologico dell’aula con la dotazione della LIM  € 19.200,00
Progettazione € 200,00
Spese organizzative e gestionali  € 200,00
Pubblicità € 200,00
Collaudo € 200,00

Documentazione fotografica del progetto

Esempi di dispositivi tecnologici acquistati.

Targhe pubblicitarie agli ingressi della sede.

Utilizzo dei dispositivi acquistati.

Le procedure

Per accedere alla documentazione delle procedure, consulta l’albo pretorio o amministrazione trasparente.

Vecchio Albo pretorio

Vecchie pagine di Amministrazione trasparente

Nuovo albo pretorio

Nuove pagine di Amministrazione trasparente